Clicca per abilitare lo zoom
Caricamento Mappa logo
Filters

Riforma del catasto, quasi scomparse le case popolari nel centro di Roma

by Luca Farano
19 giugno 2015
Categorie:   Senza categoria

La nuova riforma del catasto deve ancora entrare in vigore, ma fa già sentire i suoi effetti. I commi 335-336 della finanziaria 2014 consentono infatti ai Comuni di chiedere all’Agenzia delle Entrate di rivedere le classi catastali degli immobili che presentano un evidente scostamento tra valori di mercato e valori catastali. Risultato? sono praticamente quasi scomparse le case ultrapopolari e popolari dal centro di Roma.
Il riclassificamento catastale sta già facendo sentire i suoi effetti in molte città italiane, da Milano e Torino. Ma particolarmente evidente è il suo effetto su Roma. Nella Capitale, infatti, grazie al comma 335 della legge finanziaria (scostamento tra valori catastali e valori di mercato) ha portato alla scomparsa delle case ultrapopolari del centro della capitale e alla quasi scomparsa delle popolari (classificata come a/4) e delle economiche (a/3). Il tutto per un incremento di rendita catastale di 123 milioni, 44 a Milano.
Il comma 136 permette invece ai Comuni di chiedere un aggiornamento ai proprietari o di agire d’ufficio in caso di incoerenze tra stato di fatto degli immobili e rendita catastale. Ad oggi 1300 municipi hanno presentato istanza, con un incremento catastale di 181 milioni di euro.